Erasmus+

erasmus-plus   ”Erasmus + è il nuovo Programma di apprendimento permanente su cui intende   investire la Commissione europea per sostenere l’educazione, la formazione, la  gioventù e lo sport. Con un budget di circa 16 miliardi di  euro sosterrà per 7 anni, dal 2014 al 2020 le attività di mobilità e cooperazione  all’estero mediante borse europee per oltre 4 milioni di persone.

 

Sulla base dell’esperienza e dei risultati ottenuti con la precedente programmazione 2007-2013 nell’ambito del “Lifelong Learning Programme” (Programma di apprendimento permanente), si apre per i cittadini europei un’Europa di opportunità per tutti in cui 3 azioni che si completano e si rafforzano a vicenda contribuiscono alla definizione di un’architettura ottimizzata nel prossimo futuro.

Il nuovo programma fornisce un contributo concreto alla strategia di Europa 2020

Consisterà, infatti, nell’aiutare i cittadini ad acquisire maggiori e migliori qualifiche in un  mercato del lavoro europeo in cui aumenta il numero di posti di lavoro che necessitano di qualifiche elevate e decresce quello di posti a bassa qualifica.

Erasmus + è un unico programma integrato che riunisce gli attuali sette strumenti comunitari per l’educazione, la formazione, la gioventù e lo sport (Programma di apprendimento permanente – Erasmus, Leonardo da Vinci, Comenius, Grundtvig-, Gioventù in azione, Erasmus Mundus, Tempus, Alfa, Edulink e il programma di cooperazione bilaterale con i paesi industrializzati).

 

 Inoltre, al fine di combattere la dispersione scolastica, Erasmus + intende agevolare il miglioramento di tutti i  livelli di istruzione e formazione, nonché l’apprendimento non formale, che verrà sostenuto  grazie agli scambi  giovanili e del volontariato.

Saranno finanziate opportunità di studio, formazione, insegnamento e volontariato internazionali, destinati a    studenti universitari, delle scuole professionali, formatori, insegnanti, tirocinanti e giovani lavoratori.

Il programma avrà come focus la mobilità, la cooperazione e politiche per riformare. Nelle intenzioni della Commissione europea, questo nuovo programma migliorerà l’occupazione dei giovani e aprirà loro nuove opportunità. Nello specifico, intende:

  • Aiutare i giovani ad acquisire competenze aggiuntive tramite lo studio e la formazione all’estero;
  • Promuovere la partecipazione dei giovani nella società;
  • Innalzare la qualità dell’insegnamento in Europa e oltre;
  • Supportare gli Stati Membri e i paesi partner nella modernizzazione dei sistemi di istruzione e della formazione professionale;
  • Sostenere l’insegnamento e la ricerca sull’integrazione europea;
  • Sostenere gli sport popolari.

Con Erasmus +“:

  • Più opportunità per l’educazione superiore e per gli studenti in formazione per studiare e formarsi all’estero per migliorare le loro capacità e le prospettive di lavoro
  • Più opportunità per docenti, formatori e giovani lavoratori di studiare e formarsi in un altro paese
  • Più opportunità per i giovani di apprendere attraverso scambi, volontariato e partecipazione alla vita democratica
  • Più opportunità per le istituzioni educative e di formazione di scambio di buone pratiche
  • Maggiore cooperazione tra istituzioni educative, aziende o autorità regionali e altre organizzazioni, quali organizzazioni di giovani
  • Lancio delle “knowledge alliances” tra istituti di istruzione superiore e aziende
  • Espansione delle iniziative di eTwinning per collegare le scuole via internet
  • Migliore cooperazione nelle politiche educative, con un enfasi sui risultati pratici tipo Europass CV, in uso oggi da oltre 10 milioni di europei
  • Più sostegno all’istruzione superiore in altre parti del mondo, in particolare nei paesi confinanti

Il programma si rivolge anche al settore privato per l’innovazione e per assicurare che l’apprendimento e l’istruzione abbiamo risvolti pratici.

SFA partecipa attivamente a questo nuovo percorso di sviluppo e innovazione nel campo dell’apprendimento permanente favorendone la diffusione ed incentivando, attraverso la presentazione di iniziative e progetti o la partecipazione in qualità di ente partner, il coinvolgimento attivo dei potenziali beneficiari delle azioni previste all’interno del nuovo programma.